Cronologia della grande tribolazione

classic Classic list List threaded Threaded
58 messages Options
123
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Filemazio Ceionio
https://www.rudolfsteiner.it/it/la-vita/le-opere-e-l-arte/

<<...Appartengono ancora a questo periodo i cicli di conferenze dedicate ai Vangeli; cicli che occupano un posto centrale nella vasta opera di Rudolf Steiner. Quelle conferenze furono tenute per insistente sollecitazione di numerosi membri della società teosofica tedesca, cui stava molto a cuore il cristianesimo.
In modo convincente Steiner mostra come i Vangeli non volessero esporre una biografia nel senso comune della parola. Egli fece vedere che in essi il Cristo viene descritto come un essere divino, che dopo aver vissuto nel corpo di Gesù di Nazareth, dal battesimo del Giordano fino alla morte sul Golgota, impresse all'evoluzione non solo dell'umanità, ma della terra e del cosmo intero un nuovo grandioso impulso. Da allora una potente forza spirituale-cosmica agisce dalla terra, ed egli, il Risorto, è per sempre unito alla sfera terrestre. («... io sarò con voi tutti i giorni...»). Rudolf Steiner fa inoltre vedere che i Vangeli solo apparentemente espongono le opere del Cristo come fatti che hanno avuto luogo sul piano terrestre; in realtà essi additano eventi che furono naturali e soprannaturali nello stesso tempo. Con questo fu gettata una nuova luce su molti «miracoli» (come, ad esempio, la moltiplicazione dei pani e dei pesci). Per molti che hanno perduto la fede nella Bibbia e negli insegnamenti tradizionali della Chiesa, Steiner, con le sue conferenze sui Vangeli, ha aperto la via verso una nuova esperienza del Cristo. Rudolf Steiner aveva anche sperato di rinnovare il movimento teosofico svegliando quella vera comprensione del cristianesimo mancata sino allora. Ma Annie Besant, presidente dal 1907 della Società e personalità di maggior rilievo del movimento teosofico extra-germanico, non poté afferrare questa concezione più profonda che le veniva proposta...>>

Beh, Wikipedia è volutamente di parte... o almeno scrive le cose in modo oggettivo e arbitrario e si tiene sul politically correct. più volte ho visto che non usa espressioni molto carine verso il sovrannaturale, bollando le faccende come pseudoscienze irreali.
Okay,è un personaggio storico interessante. mi spulcerò il suo sito nel tempo libero.
Grazie Stefano. :)
L'importante è che non si tratti di gruppi massonici.
quelli venerano gli spiriti inferiori, non certo Dio.
Sempre e solo Dio va pregato.
Buona giornata! :)
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Stefano Pozza
No steiner disse che la massoneria si è degenerata.
PS anche le associazioni steneriane si sono degenerate
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Filemazio Ceionio
Lo immaginavo.
Se non erro, steiner si era scisso dalla massoneria perche' non approvava minimamente il loro metodi e la loro segretezza iniziatica.
Quanto ai signori del triangolo, della squadra e del compasso, la massoneria si è degenerata dal 1715 quando da un gruppo di architetti ermetici sono diventati una soceità di protestanti illuministi laici che poi è degenerata ulteriormente nel satanismo luciferino.
quella globalista è il cancro che oggi affligge il mondo intero.

mmm, beh allora andrò direttamente alla fonte e considererò soltanto le letture dei grandi pensatori come steiner, cayce, rudhayr, rol, jung etc e starò alla larga da associazioni a loro dedicate. :)
meglio così, dai. :)
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Stefano Pozza
Si però se trovi dei medici steiner te li consiglio e se hai la possibilità economica ti consiglio gli alimenti biodinamici.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Filemazio Ceionio
l'approccio medico è interessante. ho una lunga storia medica e devo dire che i medici ospedalieri tendon a considerare l'organismo solo come una macchina biochimica con valori e numeri matematici che indicano i valori ematici e che pensano scioccamente che la loro idea di salute siache le analisi mostrino tutti i valori nella norma.
sappiamo bene che una persona spesso sta male anche se non ci sono evidenze cliniche o diagnostiche di squilibri fisiologici perciò è chiaro che ci deve esser altro dietro alla malattia che la medicina occidentale come la intendiamo noi non è capace di comprendere perche' guarda solo al corpo materiale.
Personalmente ho capito che la prima fonte di salute è il cibo stesso e che ogni persona dovrebbe far la dieta più adatta alle sue necessità fisiologiche.
Agendo in tal senso mi sono evitato un interveto chirurgico e una trasfusione ematica qualche anno fa.
mi son ingozzato di alimenti ricchi di ferro e questo ha risollevato i valori ematici.
Suppongo che per ogni malattia ci sia il cibo giusto per aiutar il corpo a guarirsi.
noto che negli ospedali le mense fanno pietà e che son buoni solo a salassare la gente, stressarla con una cacofonia di rumori assurdi, trattarli come dei numeri, sondarla in modi osceni e nutrirla con alimenti scadenti precotti e preconfezionati.
come cavolo posson pensare che uno possa guarire e rimettersi con un approccio del genere? è_è
per non parlare della freddezza e del distacco emotivo, dell'aridità dei medici e del comportamento degli infermieri, che spesso rasenta la negligenza e il sadismo.
Ci sono anche bravi medici, ma ne ho conosciuti davvero pochi.
Avrei molto da dire su questo, ma mi fermo qua. :C

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Stefano Pozza
Perfettamente d'accordo con te su tutto. Io mi trovo bene mangiando un giorno si e uno no una buona dose di legumi a pranzo perché i legumi alla sera mi fanno male e penso anche al 60 % delle persone.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Edhan
Stefano Pozza wrote
Ho scritto che i neonati ricordano la vita precedente e che sanno leggere e capiscono le lingue per dare senso al Romanzo
Nel mio caso è stato quasi così ed è il motivo per cui ho avuto facilità ad apprendere nuove lingue in seguito.
Interessante il tuo racconto sul leone pazzo comunque

Stefano Pozza wrote
Dovresti studiare l'antroposofia di rudolf steiner.
anche se il messaggio non riguarda me, c'è tanto da dire su Steiner, mi dispiace averlo lasciato nell'oblio, lo devo recuperare

Tianos wrote
Nella bibbia e nel vangelo ci sono diverse dichiarazioni che sembrano
escludere la reincarnazione:
La lettera agli Ebrei (9,27) “E come per gli uomini è stabilito che muoiano
una sola volta, dopo di che viene il giudizio, così Cristo (…)”
Sempre nella Bibbia però c'è anche il passo di Matteo 17:10-13
10 E i discepoli gli domandarono: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elia?» 11 Egli rispose: «Certo, Elia deve venire e ristabilire ogni cosa. 12 Ma io vi dico: Elia è già venuto e non l'hanno riconosciuto; anzi, gli hanno fatto tutto quello che hanno voluto; così anche il Figlio dell'uomo deve soffrire da parte loro». 13 Allora i discepoli capirono che egli aveva parlato loro di Giovanni il battista.

che trae un po' in inganno, specialmente quando si va a leggere Elia che appare con Mosè sul monte Tabor
ora Cayce non credeva nella reincarnazione e così Rol ma il primo "dormendo" ne parlava e il secondo disse che "alcuni (Dio) li rimanda (sulla terra)"
il che mi fa pensare che non ci siano effettivamente le reincarnazioni ma una sola incarnazione con più... ritorni?

Tianos wrote
Io ho studiato per diverso tempo le nde (near death experience) andando a leggermene un bel po'
Il che mi ricorda il dubbio che ebbi: in conseguenza delle nde, saranno forse questi quelli che vengono rimandati sulla terra? Morti ma che alla fine non lo sono del tutto?
Piccolo discorso a parte: ma l'agnellino di san Francesco da Paola che fu mangiato e incenerito nel forno e che riuscì poi intero e vivo come si spiega?

Tianos wrote
Poi il mio punto di vista è sicuramente influenzato dalla mia totale mancanza di possibili reminiscenze di "vite passate"
In tutta onestà la pensavo/penso come te sull'avere una sola vita, ma mi fregano dei ricordi nitidissimi di come era molto più semplice prima l'esistenza sulla terra e che nella mia fredda logica ho cercato di tacciare come "ricordi/informazioni delle cellule genetiche", sinceramente non so che pensare.
«Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date» (Mt 10, 8)
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Stefano Pozza
Da quando è arrivato Cristo andiamo in contro,  se crediamo in lui , a varie ressurezioni,  in quella finale vivremo in eterno con un corpo spirituale.
Sono felice che ti piace il romanzo, penso che da lunedì scrivo le altre 2 parti
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Filemazio Ceionio
This post was updated on .
@Stefano
Anche io voglio saper come va a finire per il tuo romanzo.

Saluto Edhan, son felice che si sia unito alla discussione. :)
per la questione reincarnazione/metempsicosi vs resurrezione c'è un lunghissimo discorso da fare e penso che per farlo farei prima ad aprire un thread apposito.
posso dire che reincarnazione è un'antica concezione animica che implica la trasmigrazione dell'anima da un corpo ad un altro, presente in tutte le culture e religioni del passato fin dalla preistoria ma assente nel Cristianesimo.

la concezione è particolarmente radicata nelle filosofie orientali (buddismo, sikismo) e nell'induismo.
nell'induismo però la reincarnazione in senso lato (o samsara) non è assolutamente considerata una cosa benevola o positiva perché invece è considerato un castigo nel quale le anime sono intrappolate in un ciclo di espiazione e penitenza terreno dove in ogni vita si espiano le colpe e i peccati commessi in precedenza, e tanto peggio ci si è comportati prima, tanto più orrenda sarà la vita successiva.
i mistici  hindu e gli orientali predicano l'espiazione non tramite l'amore ma tramite il distacco dall'attaccamento alle cose materiali (denaro, possesso di oggetti, sessualità etc) per ricercare le verità spirituali.
ora, è chiaro che questa visione è facilmente strumentalizzata per giustificare l'esistenza delle società a caste dell'india e per mantenere tale status quo. sarebbe come dire che un nobile è nobile perche' si è comportato bene nelle vite precedente si è meritato tale lignaggio mentre un paria in precedenza era un assassino e come tale si merita la sua miseria.
è una forma di contrappasso crudele che non conosce il concetto di pietà, perdono o redenzione.

nell'occidente antico, beh... indubbiamnte con i viaggi e i commerci tali filosofie e credenze si son affacciate anche nell'ovest.
per gli antichi greci la questione venne posta dalle scuole di pensiero degli inventori e delle prime società segrete di studiosi, prime fra tutti quella di pitagora, se non erro i pitagoriani postulavano la trasmigrazione delle anime, anche se priva del connottato di condanna \ punizione del samsara.
Poi, beh... da quel che ho capito c'erano tali correnti di pensiero anche nell'epoca in cui venne Cristo.
se si analizza la Bibbia, alcune parti sembrano confermar la possibilità delle anime di ritornare mentre alre le confutano.
Un punto a favore sembra proprio la frase "Elia è già tornato ma non l'hanno riconosciuto" riferito al Battista.
Mesi fa domandai ad un prete o un sacerdote cattolico e gli chiedo se quella parte del Vangelo è un indizio relativo alla reincarnazione, ma sostanzialmente l'idea è che ci si riferisca ad un Elia in senso lato, un po' come dire che lo spirito del profeta elia guidava giovanni battista nel compiere tali doveri e che quindi Giovanni faceva la volontà di Elia, un distinguo che quindi differenza Elia da Giovanni, in quanto, in tale interpretazione son due persone e due anime diverse.
un punto che dimostra che fra gli ebrei dell'epoca girava tale ideologia è la curiosa frase riguardante il cieco dalla nascita.
"Chi ha peccato, Signore, lui o i suoi genitori, per esser nato cieco?" (questa sembra proprio la concezione induista della metempsicosi, trasmigrazione dell'anima.
Ma il buon Gesù confuta subito la faccenda, dicendo che non eran stati né lui né i genitori, ma che era per render manifesta la gloria di Dio, detto ciò, guarisce subito il cieco.

E poi il concetto di resurrezione, di cui Cristo è il primo fulgido esempio. ossia ritornar dalla morte e rigerenare completamente corpo e spirito come se niente fosse.
la situazione è rimasta ingarbugliata nei primi secoli del Cristanesimo.
Alcuni padri della Chiesa, come Origene, sembravano favorevoli alla questione della trasmigrazione dell'anima, altri contrari.
Sotto Costantino il Cristianesimo divenne religione di stato romana.
Lì, sia per ragioni politiche che spirituali che sociali, sia anche per ragioni più egoistiche date dal mantenimento dle potere temporale in merito,  ci fu la necessità di uniformare tutte le correnti di pensiero, le filosofie, il messaggio di Cristo in un'unica ideologia comumenete unifromata e accettata, che fosse anche compatibile con la cultura e la società della civiltà romana.
Perciò si svolse il Concilio di Nicea a riguardo, e molte correnti come arianismo etc vennero dichiarate eretiche. si definì chiaramente il concetto di Trinità, la natura divina di Cristo, etc.
Nonostante questo, i pensieri e le ideologie diversificate sopravissero anche nei secoli successivi, cosa che costrinse Giustiniano di Bisanzio a istituire un secondo Concilio, quello di Costantinopoli.
E là concetti come la preesistenza dell'anima, la sapienza astrologica, la reincarnazione o i ritorni vennero ripudiati categoricamente sotto forma di anatemi (il che significa che chi anche solo osava pensar cose simili rischiava di esser scomunicato o messo a morte).

Poi sono passati i millenni e verso la fine dell'ottocento ci furono i movimenti teosofici di steiner, e nei primi del 1900, come anche nel ventesimo secolo, mistici come Cayce risollevaron la questione nelle loro letture.
Ora, personalmente, suppongo che la questione esuli dai semplici dogmi e dalle interpretazioni soggettive o oggettive.
A partire dagli anni 90 si è cercato un approccio scientifico. di solito gli scienziati fanno finta che qualsiasi cosa che non sia verificabile e riproducibile in laboratorio in modo controllato non esista, e reprimono a priori qualsiasi idea su anima, aldilà, etc etc, o comunque non si pronunciano a riguardo perché non compete lo studio del mondo fisico e materiale.
Eppure alcuni hanno provato a rompere tale omertà.
ci sono ricerche attualmente in corso che raccolgono le testimonianze di NDE e altre ancora, specie in america, che raccolgon le testimonianze di bambini che hanno ricordi in tenera infanzia di altre vite e altre situazioni.
questi fenomeni per esserci ci sono in maniera ormai innegabile.
NDE succedon nel 30% dei casi di arresto cardiorespiratorio e a prescinder dalla cultura di appartenza tutte le persone che le vivono tendon a veder le stesse identiche cose:
- sprofondare nell'oscurità
- tunnel di luce
- un giardino o un qualche luogo incantevole oltre il tunnel
- visione di altre anime, angeli, o parenti defunti che accolgono il moribondo
- visione di Dio o di una fonte spirituale superiore
- riesame della propria vita, si viene proprio costretti a riviver tutte le esperienze della vita e a riesamianre il proprio comportamento e condotta. in tal senso fa molto male perche' si vede tutto il male arreccato al prosismo a causa delle azioni o della negligenza o dell'egoismo.
poi... si viene rimandati indietro.
Forse per l'abilità dei medici di far ripartire il cuore, o per la decisione stessa dell'anima e di Dio, o di entrambe.
molti scettici bollano il fenomeno come allucinazioni, o sovrastimolazione della ghiandola pineale, che pare che sia la sede della coscienza, o tempesta di endorfine o di farmaci etc, se non fosse che le NDE avvengono quando i cuore è fermo e gli strumenti non rivelano alcuna attività cerebrale e che hanno sempre uno schema e un sussegguirsi ben preciso che non ci sarebbe invece nelle allucinazioni, che di loro sono inquietanti, soggettive e prive di senso.
e poi c'è anche la questione più incredibile, che non può esser spiegata con una semplice allucinazione: il fatto che chi ha NDE spesso è capace di vedersi chiaramente fuori dal corpo e di veder cosa stanno facendo i medici o cosa sta succedendo nell'ospedale e di riferirlo in seguito, come anche il totale cambiamento di personalità.
di solito le persone che sperimentano queste esperienze e che vengono rimandate sulla Terra (in effetti la si può davvero condierare una forma di resurrezione) diventano molto piùempatiche, gentili e sensibili, smettono di aver paura della morte o di attaccarsi troppo alle cose materiali e dedicano la loro esistenza ad amare e aiutar maggiormente gli altri.

riguardo invece i ricordi dei bambini di vite passate. beh, di solito svaniscono dopo i 6-7 anni di vita quando il cervello si sviluppa, però ci sono già migliaia di casi documentati di fenomeni simili.
finora i più interessanti che ho esaminato sono:
shanti devi (primo caso di rinascita noto nel XX secolo, di una indiana che aveva ricordi nitidi della vita precedente, come anche del luogo dove era vissuta, del marito e della famiglia precedente)
anna frank - barbò karen (già, c'è una scrittrice svedese che ha in se i ricordi della famosa bambina morta ad awschitz)  
james leininger (un ragazzo americano che ha in se i ricordi di jack larson, un pilota della seconda guerra mondiale abbattuto dai giapponesi).
A conti fatti pare che funzioni in modo molto diverso da come vien descirtto nelle filosofie orientali.
- le anime ritornano perche' la loro vita precedente è terminata in modo violento e non hanno adempiuto allo scopo o al motivo per cui son state poste sulla Terra.
- hanno pressappoco le stesse fattezze fisiche dell'alter ego precedente, lo stesso sguardo, la stessa personalità, quindi si tratta proprio di ritorno - resurrezione, e non di reincarnaizone in senso lato.
- non vi è trasmigrazione fra piante-animali-umani, probabilmente gli spiriti delle altre specie sono incompatibili con la matrice bioenergetica umana.
- di solito si conserva il proprio sesso, anche se in alcuni casi, meno frequenti vi è un cambio in tal senso.
- il ritorno non avviene per castigo, punizione o per espiare, ma per i motivi più disparati che cambiano da caso a caso.

Quanto a me personalmente...
beh, ricordi prenatali ne ho sempre avuti, nitidi, e mi son sempre sentito più vecchio della mia età biologica
ho ricordi ancora precedenti all'utero, ma invece di ricordar nitidamente fin dalla prima infanzia ricordi di vite passate con tanto di nomi, luoghi, descrizioni e fatti storici che possa verificare scientificamente ricordo in maniera vaga e sfocata, quasi in forma onirica, tali esperienze precedenti.
a complicar le cose c'è il fatto che più che ricordar le vite passate in se', ricordo come sono finite. nella maggior parte dei casi morti violente.
vi dirò che mi vergogno a parlar pubblicamente della questione e non amo molto entrarne nei dettagli per timor di esser preso per matto. io stesso mi sento uno scioccoo quando racconto queste cose.
Dico solo che  bambino mi ricordavo nitidamente l'ultima fine precedente, e che, a conti fatti ho reminescenze che affondano in varie epoche storiche.
la maggior parte di esse sono venute fuori sotto forma di deja vu e di stati di "trance" che mi hanno causato determinati eventi, o avvenimenti, o fatti accaduti nella vita, in alcuni casi anche canzoni ascoltate o film visti.
moltissimi sono emersi dopo che all'età di sette anni fui operato per un problema genetico che ho agli occhi.
insomma, nel mio caso è diverso dai ricordi classici di vite passate, e proprio per questo, non sono riuscito fino ad ora a darci un senso o a capirli bene.
poi, un amico mi ha suggerito che , invece di fissarmi sul ricordo in se', dovevo considerando il contesto del ricordo e lo stato d'animo che provavo in quella memoria.
ammetto che questo approccio è stato molto più utile. sto finalmente riuscendo a comprenderne il significato e a venirne a patti.
alla fin fine, ho capito che son state esperienze volte a forgiarmi, a prepararmi e a donarmi i talenti e le abilità mentali ed emotive, a livello inconscio, che mi hanno sempre accompagnato e aiutato in questa vita.

Conclusione:Resurrezione dei morti, da quel che mi disse il prete significa che dopo la morte riceviamo un nuovo corpo spirituale e ci trasferiamo nella dimensione spirituale dell'esistenza, insomma, purgatorio, paradiso, etc.insomma, non significa alla lettera che i defunti tornano in vita tipo zombie, anche se è vero che ci son stati casi di persone instato di morte apparente che hanno improvvisamene ripreso conoscenza dopo giorni interi all'obitorio o persino durante il funerale...
Eppure... eppure pare che in alcuni casi sia permesso di ritornare sulla Terra.
o almeno, sembra la spiegazione più plausibile.
l'altra possibilità è che si tratti semplicemente di possessioni di bambini o di memoria genetica, ma la memoria genetica da sola non spiega determinati ricordi, se si tratta dei ricordi di persone non imparentate e non antenate.
quanto alla possessione di bambini da parte di spiriti di defunti, oddio, non saprei se la si può veder anche in questo modo. anche se una parte dei casi fossero dovuti a questo, penso che sarebbe una spiegazione un po' semplicistica.
Insomma... posso concluder tutto questo con un enorme punto di domanda.

Concludo, riguardo il discorso dei Ritornati-Resuscitati, incollando una cosa che lessi un po' di giorni fa in rete mentre facevo ricerche sull'argomento, che tradussi in italiano:

<<modello o ologramma energetico dell'anima
Come può l'aspetto fisico rimanere lo stesso da una vita all'altra?
 La risposta a questa domanda è sconosciuta, ma io ipotizzo che l'anima proietti un modello energetico o un ologramma nel feto in via di sviluppo, intorno al quale i tessuti si modellano.

Il principio è simile al modo in cui i chirurghi ortopedici utilizzano la corrente elettrica per modellare l'osso nelle fratture gravi. Questo modello energetico non solo aiuta a creare l'aspetto fisico, ma può anche essere utilizzato per scaricare informazioni e talento nel corpo e nella mente in via di sviluppo, che possono spiegare i bambini prodigio.

La genetica gioca un ruolo e sembra che l'interazione tra il modello energetico dell'anima e l'eredità genetica si traduca nel proprio aspetto. Un individuo che si incarna in una etnia diversa avrà caratteristiche fisiche coerenti con quella etnia, anche se le proporzioni del viso, la struttura ossea, saranno ancora coerenti da un'incarnazione all'altra. Le somiglianze familiari si verificano anche a causa della genetica. In sintesi, il modello energetico dell'anima interagisce con fattori etnici e genetici per produrre il proprio aspetto.>>


PS. tendo a precisare, che, per come la vedo, la venuta, il sacrificio e la resurrezione di Cristo è la salvezza.
e che Dio ama tutti quanti e vuole salvare e liberare tutte le anime che posson e voglion esser salvate.
anche se per assurdo gli hindu avessero avuto ragione in passato, Lui ha cambiato tutto questo: non c'è più bisogno di samsara ed espiazione terrena di infinite esistenze e tribolazioni per coloro che seguono Cristo e i suoi insegnamenti e vivono secondo amore, compassione e fratellanza universale.
il Cristianesimo, è a tutti gli effetti, il modo migliore di ritornar a Dio e congiungersi al divino.
Tramite Cristo, tutte le anime che lo seguiranno verranno liberate e redente.
è meraviglioso. :)



Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Stefano Pozza
Non ce la faccio a leggere commenti così lunghi cmq la reincarnazione era insegnata anche da primi cristiani,  solo che nel 512 l' imperatore Giustiniano ne vieto' la diffusione di tal insegnamento.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Stefano Pozza


PS. tendo a precisare, che, per come la vedo, la venuta, il sacrificio e la resurrezione di Cristo è la salvezza.
e che Dio ama tutti quanti e vuole salvare e liberare tutte le anime che posson e voglion esser salvate.
anche se per assurdo gli hindu avessero avuto ragione in passato, Lui ha cambiato tutto questo: non c'è più bisogno di samsara ed espiazione terrena di infinite esistenze e tribolazioni per coloro che seguono Cristo e i suoi insegnamenti e vivono secondo amore, compassione e fratellanza universale.
il Cristianesimo, è a tutti gli effetti, il modo migliore di ritornar a Dio e congiungersi al divino.
Tramite Cristo, tutte le anime che lo seguiranno verranno liberate e redente.
è meraviglioso. :)

Concordo
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Filemazio Ceionio
Già, a volte quando un discorso mi affascina mi parte il raptus dello scrittore.
Scusami, Stefano, se è un problema cercherò di contenermi.
mmm, è vero, fra gli esseni il concetto di trasmigrazione dell'anima era insegnato.
Giustiniano ha fatto alcune cose giuste, nel riordinare tutto il corpus civico dell'impero romano in modo più conciso e comprensibile... e tante sciocchezze dettate da un ego ed una megalomania smisurata, tipo sperperare in un tentativo di riunificar l'impero romano d'occidente una mare adi denaro che invece avrebbe potuto usare per potenziare e migliorare le difese di bisanzio, o di seppellire vivi gli appestati durante una epidemia di yersina pestis ancora peggiore della Morte Nera del 1340.

Anche i cathari nel medioevo credevan nella reincarnazione .... e furon massacrati per questo.
ironicamente lessi di una tizia che aveva dei ricordi passati che poi son stati anche verificati da uno storico esperto in storia, usi e costumi dei catari. aveva avuto un'esistenza fra quelle persone, tanto è che questa signora era capace di scriver persino poesie in lingua d'oc originale, e di descriver la vita  ele abitudini dle tempo ancora meglio di quanto narrate nei libri di storia.

Fra i Vangeli, uno che analizza chiaramente il tema della reincarnazione è quello di Tommaso didimo (non so se si riferisca a san Tommaso, mister "se non vedo e non tocco non ci credo che è risorto!" ). sembra originario dle primo secolo ed è stato trovato assieme a molti altri scritti gnostici.
la Chiesa lo considera un apocrifo, ma è interessante perché racconta moltissime vicende di Cristo e molte parabole che son presenti anche negli altri vangeli.
secondo alcuni studiosi sembra che esso sia stato scritto prima del vangelo di marco, e che quindi i vangeli romanzati canonici ne sian derivati successivamente.
il vangelo di tommaso non narra tanto la vita di Gesù, quanto una interessante raccolta di aforismi e di proverbi e insegnamenti attribuiti a lui, che vanno a completare la figura descritta nei vangeli canonici.
Ora io non so se questo vangelo è veritiero o no, preferirei che ognuno avesse modo di leggerlo e di considerarlo in base al proprio giudizio personale.
Però ci son alcune parti che son riferite in maniera abbastanza chiara al concetto di ritorno dell'anima o di ritorno nel mondo terreno, come anche altre che sembrano aver punti di contatto con alcuni concetti del buddismo, nello specifico Yin e Yang, perché c'è una frase in cui Cristo descrive le anime come un insieme di "movimento e quiete" caratteristiche che son proprio dello yang (movimento) e yin (quiete).
è come se nel vangelo di tommaso veniscono unificate in un solo corpo tutti i principi alla base della maggiori religioni umane.

Altri apocrifi interessanti sono quelli di Pietro e di Nicodemo, e questi ultimi suppongo che li conoscesse anche Dante Alighieri perche' nella Divina Commedia, nell'inferno di Dante sono riferiti fatti che son contenuti anche nel vangelo di Nicodemo. (la venuta di Cristo negli inferi durante la sua resurrezione, il fatto che sia avvenuto un gran terremoto e che sia  sceso all'inferno con un'armata di angeli la liberazione delle anime intrappolate nel limbo, fra cui Adamo, e il fatto che abbia incatenato lucifero dicendo all'inferno stesso (ade) "custodiscilo fino alla mia seconda venuta."
Effettivamente Dante parla di questi eventi nel suo Inferno, perciò suppongo che per gli studiosi del medioevo anche gli apocrifi venissero studiati.
Sull'astrologia è un discorso complesso perche' ci son epoche storiche in cui la chiesa la condanna a prescindere (sant'agostino, concilio vaticano II) e altre in cui è stata non solo tollerata, ma persino insegnata nelle università e con papi che avevan astrologi che cercavan di comprendere il volere divino dagli astri (epoca di san tommaso d'aquino, per non parlare poi di nostradamus e di molti astrologici cristiani del periodo rinascimentale).


Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Stefano Pozza
Interessante,  di mattino riesco a leggere di più.
Dopo verso le 3 scrivo un altro pezzo di romanzo
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Stefano Pozza
Ho scritto l' ottava parte del romanzo
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Filemazio Ceionio
Carina Stefano, molto carina :)
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Stefano Pozza
Grazie
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Stefano Pozza
Ho scritto la nona e forse penultima parte
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Cronologia della grande tribolazione

Stefano Pozza
Ho finito il riassunto del mio romanzo .
Sappiate che ho saltato tanti particolari
123