Precarietà odierna

classic Classic list List threaded Threaded
5 messages Options
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Precarietà odierna

Morini Francesco
Non è farina del mio sacco, viviamo inconsapevolmente in un momento molto preario, vuoi perché hanno eliminato i magazzini" alimentari" vuoi perché hanno punta alla monocultura( mezzo Veneto è solo viticoltura), importiamo la maggior parte di cereali eortaggi, vuoi lockdown causa coronavirus, vuoi la possibilità che prima o poi avremo l'efetto Carrington come nel 1859, con effetti odierni catastrofici, voi x il rischio cibernetico su larga scala, che può fermare le centrali elettriche, condivido che è molto utile avere una buona scorta di alimenti, candele....
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Precarietà odierna

Morini Francesco
Abbiamo un esempio in Pakistan dove dovrebbero essere stati gli hacker che hanno bloccato le centrali elettriche,funziona tutto a elettricità, acqua, metano,  ecc.. se non le ripristinano in fretta, sarà una carestia ec....
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Precarietà odierna

Edhan
Quel che sta succedendo in Pakistan sembra roba più grossa, senza contare poi che sta circolando in rete che Papa Francesco sia stato arrestato e alcuni ipotizzano che tutti questi blackout siano collegati... vedremo :/

Su candele e alimenti ti dò ragione ma nel dubbio che non ci sia possibilità di prenderne in scatola, l'unica cosa che posso dire è prendere tanto tanto tanto sale e sigillare ben bene.
«Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date» (Mt 10, 8)
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Precarietà odierna

Morini Francesco
State attenti ai sconvolgimenti climatici, a Melbourn in Australia, sono in piena estate, di solito con punte max di 45', invece sono settimane con temperature basse, oggi hanno avuto 11' di minima e 20' di massima,
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Precarietà odierna

Filemazio Ceionio
La Terra diventa sempre più simile al caotico pianeta Urano, retrogrado e sdraiato sul suo asse di rotazione. il permafrost si sta sciogliendo ad un modo allarmante e libera nell'atmosfera gas metano, col rischio di innescar un ciclo vizioso inarrestabile di surriscaldamento. spero che non faremo la fine del pianeta Venere.
la penuria di cibo, fra la rottura della catena di approvvigionamento, l'accapparramento delle risorse da parte del NWO e siccità, grandinate e carestie e sconvolgimenti climatici che distruggono i raccolti è davvero un problema serio.
sono molto preoccupato per l'avvenire. :\
quando io ero bambino le stagioni erano ancora tali: l'autunno era pieno di foglie rosse, l'inverno era gelido ma non artico, l'estate vedeva il tiepido anticiclone delle azzorre, raramente c'eran più di 30°.
ora vi è il torrido anticiclone africano estivo, insopportabile e asfissiante, che porta il termometro a 45°ogni estate.
gli inverni sono gelidi, gli autunni pieni di nubifragi e alluvioni, le primavere brevi e incerte e le estati arroventate.
Insomma, non c'è da star allegri, è dalla fine degli anni 90 che è iniziato questo stravolgimento e mi chiedo quanto sia dovuto alla natura che si ribella e sfoga gli squilibri termici dati dalle attività industriali umane e quanto invece sia causato dall'HAARP.
già il fu pierluigi ighina aveva prodotto una macchina rudimentale ma efficace di controllo climatico a pale rotanti.
so che le sue ricerche son state portate avanti da parecchi scienziati e temo che finiscano in ambienti militari. anche il clima può diventar un'arma di guerra oggigiorno.